MENU
 
All’ origine del nome dei vitigni
Farmhouse and Winery in Italy | Bonarda Wine Italy Frizzante |  Wineries in Emilia Romagna Italy

All’ origine del nome dei vitigni

Nei nostri vigneti coltiviamo diverse uve:

Chardonnay, Malvasia, Croatina, Barbera, Pinot Nero e Merlot.

Vi siete mai chiesti il significato dei loro nomi?

Il Pinot Noir, dal francese Pin (Pino): si arriva a Pinot, cioè piccola pigna, nome ispirato dalla forma del grappolo piccolo e compatto

Sulla Malvasia gli esperti sono abbastanza concordi: il nome deriva dalla città greca Monemvasìa, che significa "porto ad una sola entrata". il vino lì prodotto e poi esportato fuori dal Pelopponeso fu "tradotto" in Malvasia dai commercianti veneziani.

L’Ortrugo? In origine era denominato Altrugo che significa Altra Uva, cioè la restante uva utilizzata insieme al vino base per dare freschezza.

Barbera: è piuttosto difficile risalire alla radice del nome; ci sono diverse ipotesi e nessuna molto convincente, fatta eccezione per un possibile legame tra la parola Barbera e diverse località piemontesi che iniziano per Barb, nomi che potrebbero essersi originati dal latino barbarus cioè straniero: poichè il Piemonte era zona di confine per accedere in penisola dalla terraferma, questa ipotesi non è da scartare.

E Chardonnay? Si risale alla notte dei tempi: Shaar (Porta) Adonay (del Signore) è, in ebraico, un nome con cui si fa riferimento alla Città di Gerusalemme, dalle cui collline pare provenisse questo vitigno, portato poi in Francia dai crociati al loro rientro.

Il nome Merlot sembrerebbe essere legato al colore scuro e intenso del grappolo, che ricorda il piumaggio del merlo.

La Croatina resta un mistero: Cravattina per significare che fosse il vino consumato nei giorni di festa? Fino ad oggi, è solo un’ ipotesi.